La dieta morbida è un piano di alimentazione prescritto dal medico prima di un processo digestivo o dopo un intervento chirurgico. L’obiettivo di questa dieta è tenere a riposo lo stomaco grazie ad alimenti semplici e di facile digestione. Oggi ti presentiamo alcuni esempi di menu di dieta morbida nel caso dovesse servirti.

 

La dieta morbida nei dettagli

 

La dieta morbida utilizza alimenti facili da masticare e digerire. Non include grassi o condimenti forti, né alimenti che stimolano la produzione di succhi gastrici e che possano irritare le mucose.

La dieta morbida può variare molto a seconda della situazione di ciascun paziente e può essere prevalentemente liquida o semiliquida, ma anche di consistenza normale.

La dieta morbida può essere astringente, cioè, utile a frenare un processo diarroico in qual caso, oltre ad essere facilmente digeribile, sarà composta da alimenti che favoriscano la solidità delle feci, può essere inoltre una dieta che risponda al problema della disfagia o difficoltà di ingestione, nel qual caso l’aspetto più importante sarà la consistenza.

 

Gli alimenti più comuni della dieta morbida sono:

  • Pollo o pesce cucinato al forno senza grassi
  • Uova sode o in frittata.
  • Riso bianco.
  • Composta di frutta come banana, pera o mela.
  • Patate bollite o al vapore.
  • Sono accettati alcuni ortaggi e verdure che non siano ricchi di fibra e mai crudi. Meglio in purea.
  • Cereali non integrali e pane senza crosta.
  • Latte meglio senza lattosio. Yogurt e derivati del latte senza grassi, come formaggio fresco.
  • Zuppe e brodi senza grassi.
  • Infusi e acqua.

 

Sono sconsigliati:

Alcol, bevande analcoliche, caffeina, salse, agrumi, aceto, cibi fritti, dolci, cibi piccanti o legumi.

In linea generale una dieta morbida sarà povera di grassi, povera di fibre e povera di zuccheri semplici.

 

Menù settimanale di dieta morbida

Di solito non è necessario seguire una dieta morbida per oltre quattro o cinque giorni, ad eccezione di interventi chirurgici di cui il medico intenda verificare il sviluppo. Ad ogni modo ti mostriamo un esempio settimanale se senti la necessità di tenere lo stomaco a riposo.

 

Colazione: succo di frutta o frutta come banana o mela, yogurt e pan carré con formaggio fresco o tacchino cotto. Una colazione semplice non deve per forza rinunciare ad essere una colazione salutare.

 

Metà mattina e snack: pera o mela, o un tè e qualche biscotto Maria.


Lunedì
Pranzo: riso bianco e pollo alla griglia.
Cena: pesce bianco cucinato con carote.

 

Martedì
Pranzo: spaghetti in brodo e omelette.
Cena: purea di zucca con patate e prosciutto cotto.

 

Mercoledì
Pranzo: nasello con patate arrosto.
Cena: crema di carote e uovo sodo.

 

Giovedì:
Pranzo: fagiolini e bistecca di manzo.
Cena: riso con carciofi.

 

Venerdì:
Pranzo: sogliola con patate, cipolla e peperoni.
Cena: sandwich al prosciutto e formaggio.

 

Sabato:
Pranzo: pasta con pomodoro fatto in casa e filetto alla griglia.
Cena: crema di asparagi e omelette al prosciutto.

 

Domenica:
Pranzo: pollo al forno con patate.
Cena: insalata di lattuga, pomodorini e formaggio fresco.

 

Per dessert si può mangiare formaggio fresco con mele cotogne, yogurt scremato o composta di mele.

 

Con AXA Health Keeper hai tutto il necessario per rimetterti in salute e tornare ad essere in forma. Siamo qui per aiutarti!